Piana di Macereto (Visso MC): Santuario di Santa Maria di Macereto

DSCN1558Piana di Macereto (Visso MC) – Santuario di Santa Maria di Macereto.
Commemorazione di scampato pericolo da terremoti
Terremoto/i di riferimento: 14 gennaio 1703, 2 febbraio 1703
Testo:

D. O. M. / Deiparæ Virgini de Macereto Patronæ / Ob Epidermicum Morbum / Per Italiam ferè totam crassantem: / Anno MDCLVII. / Ob terræmotum / XIX. Kal. & IV nonas Februarij labentis anni, / Pluries subinde, ac graviter repetitum; / Non sine ingenti circumiacentium oppidorum ruina / Civibus ad plura millia inopinanter sublatis: / Marsorum, Umbriæque Montanæ Provincijs / Obrutis partim, partim semirutis: / Terrore in longinquas etiam civitates, / Et ad Urbem usque propagato. / Fidelis Populus Vissanus / Eiusdem patrocinio Virginis / A tot infortunijs semper incolumis, / Suæ apud posteros Victuræ / Pietatis, & grati animi monumentum / Posuit Kal. Augusti anno MDCCIII //

Traduzione: A Dio onnipotente e alla patrona Madonna di Macereto. Per la pestilenza che vessò quasi tutta l’Italia nel 1657. Per il terremoto del 14 gennaio e del 2 febbraio del corrente anno, in seguito più volte e gravemente ripetutosi con gran rovina dei paesi circostanti, con la morte improvvisa di migliaia di persone, con la distruzione totale o parziale dell’Abruzzo, dell’Umbria e della Montagna, con terrore delle città più lontane e fino al punto di coinvolgere la stessa Roma. Il fedele popolo vissano, sempre sfuggito a tante disgrazie per la protezione della Madonna medesima, a testimonianza della propria gratitudine e per ricordare ai posteri la Sua vittoriosa misericordia, pose [questa pietra] il primo agosto dell’anno 1703.

 Bib.: L.A: Chracas, Racconto istorico de terremoti sentiti in Roma, e in parte dello Stato Ecclesiastico, e in altri luoghi la sera de’ 14 di gennajo, e la mattina de’ 2 di febbrajo dell’anno 1703: nel quale si narrano i danni fatti dal medesimo, le sacre missioni, il giubbileo, le processioni, e tutte le altre divozioni, funzioni, e opere pie ordinate, e fatte dalla Santita di nostro signore papa Clemente 11. e da tutto il popolo …, Roma 1704.

Fotografia di Giancarlo Monachesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...