Roma (RM): Palazzo dei Conservatori, Campidoglio

Sacra della VergineRoma (RM) – Cappella Vecchia del Palazzo dei Conservatori (Campidoglio).
Commemorazione di scampato pericolo da terremoti.
Terremoto/i di riferimento: 14 gennaio, 16 gennaio, 2 febbraio e 3 febbraio 1703.

Testo: Magnae Virgini Dei Matri / quod tertio post saeculum ⅩⅦ ineunte anno / Urbem / diebus ⅩⅣ et ⅩⅥ Ianuarii Ⅱ et Ⅲ februarii / vehementibus terrae motibus concussam / ope firmaverit sua / et incolumem / a clade pluribus finitimarum regionum locis inflicta / servaverit / Gaspar Origus / Guido Spada / Franciscus Antonius marchio Lancia / conservatores / Sfortia comes Mariscottus c.r.prior / annuente / Clemente Ⅺ Pont.Maximo / perpetuum accepti beneficii monumentum / aere publico posuerunt / anno Dom. ⅯⅮⅭⅭⅢ / S.P.Q.R.// 

Traduzione: Alla grande Vergine Madre di Dio che ai primi del 1703 mantenne salda con la sua potenza l’Urbe, colpita da veementi terremoti nei giorni 14 e 16 gennaio, 2 e 3 febbraio, preservandola incolume dalle rovine inflitte a molti luoghi delle regioni vicine. I conservatori Gaspare Origo, Guido Spada, Francesco Antonio marchese Lancia e Sforza conte Marescotti conservatore uscente, col consenso di Clemente XI Pontefice Massimo posero a spese pubbliche questo perpetuo ricordo della grazia ricevuta nell’anno del Signore 1703. Il Senato e il Popolo di Roma.

Screen shot 2014-09-16 at 11.52.16 AM

Note: In origine l’epigrafe era murata lungo lo scalone del palazzo. Nel 1815 fu trasferita nella Cappella Vecchia dell’appartamento dei Conservatori (al primo piano del palazzo) e posta ai piedi di un affresco raffigurante la Madonna delle Scale (così detto per la precedente collocazione nel pianerottolo del secondo piano del palazzo).

Bib.: P.L. Galletti, 1760. Inscriptiones Romanae infimi aevi, Roma, t. II, cl. VII, n. 189, pp. XCIX-C; V. Forcella, 1869. Iscrizioni delle chiese e d’altri edifici di Roma dal secolo XI fino ai giorni nostri, Roma, vol. I, n. 201, p. 72; C. Pietrangeli, 1960. “Cappella vecchia” e “Cappella nuova” nel Palazzo dei Conservatori. Capitolium, XXXV, n. 2, p. 15; P. Galli, D. Molin, L. Scardina, 2013. Tra fonti storiche e indizi archeologici. Terremoti a Roma oltre la soglia del danno, RIASA, 62-63 (pp. 24-25).

Immagine di proprietà dei Musei Capitolini (Comune di Roma, Musei Capitolini, Inventario Epigrafi, EM 310).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...