Taormina (ME) – Duomo

Taormina_duomo_1693Taormina (ME) – Duomo
Commemorazione di scampato pericolo e rito perpetuo di ringraziamento.
Terremoto di riferimento: 11 gennaio 1693.

Testo: D[eo] O[ptimo] M[aximo] / Anno MDCXCIII tertio Idus Ianuarij hora 21 / respectu item desuper in Sicilia multe civitates / & loca terremotus impetu penitus corruere, ce/teraque civitates & loca maxima dan[n]a substinu/eru[n]t nob[il]is Tauromenij Urbs protege[n]te Deipara / incolumis evasit. Ideo Tauromene[n]ses noveru[n]t /Immaculata[m] Co[n]cep[tio]ne defe[n]dere, & cu[m] ieuiunio su[m]p/tioneque S[anctissi]me Euca[ristie] tale[m] die[m] perpetuo celebrare & in hoc / te[m]plo manufacte Imaginis ha[n]c posuere iusseru[n]t / S*** d[omin]us Marcus Marchisana & Pagano, Io[ann]es Bat[is]ta del / Giudice, d[omin]us Petrus Martiano & Hyeronimus Corvaija / Urbis Patres //

Trad.: A Dio Ottimo Massimo. L’11 gennaio 1693 alle ore 21, mentre in Sicilia molte città e località venivano completamente atterrate dalla violenza del terremoto e tutte le altre subivano grandissimi danni, la nobile città di Taormina, grazie alla protezione della Madre di Dio rimase incolume. Per questo i taorminesi si impegnarono a difendere l’Immacolata Concezione e a celebrare questo giorno in perpetuo col digiuno e la partecipazione alla santissima Eucaristia e i Magistrati cittadini don Marco Marchisana e Pagano, Giovanni Battista del Giudice, don Pietro Martiano e Gerolamo Corvaija posero in questa chiesa questo memoriale.

Bib.: –
Nota: –

Foto: Giovanni Dall’Orto – 2008.

Annunci