Tito (PZ) – Sagrestia della Congrega della Madonna del Carmine (distrutta)

Tito14561Tito (PZ) – Sagrestia della Congrega della Madonna del Carmine (distrutta)
Commemorazione di ricostruzione a seguito di terremoto.
Terremoto/i di riferimento: 31 luglio 1561

Testo: Domus h[a]ec noviter constru/cta fuit per venerabilem dom[inum] / Primum de Suma patronum ad honore[m] / s[anc]ti Antonii d[e] Padua an[n]o D[omi]ni 1568 qu[a]e/  tota corruit a terr[a]emotu ultimo die Iulii A[nno] D[omini] 1560 //
Traduzione: Questa casa è stata ricostruita dal venerando patrono don Primo de Suma in onore di s. Antonio da Padova nell’anno del Signore 1568, dopo che era crollata totalmente a terra per il terremoto del 31 luglio 1560 [sic].

Bib.: N. Laurenzana (1989). Tito. Storia, vicende, personaggi, usi e costumi, fede, Cassola, EditoreMoro (p. 58).

Nota: Cfr. il Discorso del terremoto (sec. XVI) di Colanello Pacca (Società napoletana di storia patria, Fondo sismico, ms. 7/A3) per quanto riguarda la datazione dell’evento al 1561. La chiesa della Congrega della Madonna del Carmine è stata rasa al suolo dal terremoto del 23 novembre 1980.

Foto di Romano Camassi

 


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...