Amatrice (RI) – Palazzo Orsini (Corso Umberto I, 78)

 Amatrice_lowAmatrice (RI) – Palazzo Orsini (Corso Umberto I, 78)
Commemorazione di restauro

Terremoto/i di riferimento: 7 ottobre 1639

Testo: Alexander Maria Ursinus ex antiquissimis Bracchiani /dominis Nomenti marchionibus Sicilis ducibus huius civitatis ac sta/tus p[ri]n[ce]ps marchio Perne et baro Campitosti hanc domum confe/cit terremotibus a[nno] D[omini] 1639 partim dirutam restauravit munivit et / ornavit partim a fundamentis ampliavit //

Traduzione: Alessandro Maria Orsini dell’antichissima stirpe dei signori di Bracciano, marchesi di Mentana e duchi di Selci, principe di questa città e stato [di Amatrice], marchese di Pernè e barone di Campotosto ha costruito questa casa, ha restaurato, rinforzato e abbellito la parte demolita nei terremoti nell’anno del Signore 1639 e in parte l’ha ampliata dalle fondamenta.

Note: L’iscrizione figura sull’architrave di una porta posta sul lato sinistro del corridoio che collega il portone principale dell’edificio al cortile e allo scalone interno.
Bib.: 

Fotografia di Viviana Castelli (5 agosto 1998)

Annunci

Bagni di Petriolo (Monticiano, SI) – Chiesa papale

Pari 1909Bagni di Petriolo (Monticiano, SI) – Chiesa papale.
Commemorazione di scampato pericolo.
Terremoto/i di riferimento: 25 agosto 1909
Testo: A Maria S.[anti]S.[sima] / per l’incolumità del / terremoto del 25 agosto 1909 / il popolo di Pari nell’anniversario / questa memoria posero. //
Traduzione:  –
Bib.: Gli amici dei Bagni di Petriolo, 26 luglio 2014.
Note: avvertimento ignoto al Database macrosismico italiano (DBMI15).

Ringraziamo l’associazione Amici dei Bagni di Petriolo per aver consentito la riproduzione della foto.

Isola Maggiore (frazione di Tuoro sul Trasimeno, PG)

Cartolina Postale 1909Isola Maggiore (frazione di Tuoro sul Trasimeno, PG).
Segnalazione di avvertimento.
Terremoto/i di riferimento: 25 agosto 1909
Testo: Ore 2 [?] 25 agosto 1909 / Alla nobil donna / marchesa Isabella / Guglielmi / Nouvel Grand Hotel Paris / Vichy / Francia / Gentil[issi]ma signora, / sto scrivendo nel / caffè di Andreino / la causa è che / tutti gli abitanti / dell’isola sono atten/dati alla aria causa / una piccola scossa / di terremoto intesa / la notte scorsa […] //
Traduzione:  –
Bib.: Trasimeno, panorami e foto, 18 ottobre 2014.
Note: il Database macrosismico italiano (DBMI15) riporta solo l’avvertimento del terremoto a Castiglion del Lago.

Ringraziamo Fabrizio Tattanelli per averci permesso di riprodurre l’immagine.

Cittadella (PD): Cattedrale

Cittadella (PD) – Cattedrale 
Commemorazione di scampato pericolo.
Terremoto/i di riferimento: 25 febbraio 1695
Testo: Anno XCV post XVI Redempt.[ioni]s saeculu.[m] / quinto kal.[endas] martias oriente sol / cum in homines rebellans natura / ingenti terrae motu / minaretur vel sub tecto sepulcr.[um] / servata Cittadellae Communitas / voti rea / divo apost[ulo] Paulo / semel quotannis eadem die / sacrum solemniter celebrari / in gratiarum actione pollicita / perpetuum hoc posuit monumentu[m]. //
Traduzione: All’alba del 25 febbraio 1695, mentre la natura ribellatasi agli uomini minacciava di trasformare le loro case in sepolcri, la comunità di Cittadella fu preservata ed avendo fatto voto al santo apostolo Paolo di celebrare solennemente le sacre funzioni lo stesso giorno di ogni anno in rendimento di grazie ha posto questo ricordo perpetuo.

Bib.: P. Miotto, Il ricordo del terremoto del 1695 in una lapide di Cittadella (PD), Blog «Storia dentro la memoria», 9 agosto 2015.

Note: Approfondimento sul terremoto del 25 febbraio 1695 qui.

Fotografia © Paolo Miotto.

Firenze – Tabernacolo di Via Canacci

cam00082cam00081Firenze (FI) – Tabernacolo di Via Canacci.
Commemorazione di terremoto.
Terremoto/i di riferimento: 18 maggio 1895.
Testo: Ave Maria / (Ricordo /18 maggio 1895) / Requiem //

Trad: –
Bib.: Carmelitani Centro Italia, Convento San Paolino Firenze, 14 Marzo 2014.
Note: Il tabernacolo era stato installato in rendimento di grazie dopo l’epidemia di colera del 1894. Dopo il terremoto del 1895 vi fu murata sotto una targhetta marrmorea commemorativa. Le parole “Ricordo /18 maggio 1895″ sono racchiuse in un cartiglio cuoriforme di chiara valenza votiva.  
Notizie sul terremoto del 18 maggio 1895 qui.

Fotografie di Viviana Castelli.

Tolmezzo (UD) – Duomo

Tolmezzo DuomoTolmezzo (UD) – Duomo.
Commemorazione di restauro. 
Terremoto/i di riferimento: 27 marzo 1928.
Testo: D.[eo] O.[ptimo] M.[aximo] / templum d.[omini] Martini episcopi / a fundamentis erecto aere conlato / MDCCLXIV / – / terraemotu concussum a.[nno] MCMXXVIII / cultui restitutum a.[nno] MCMXXXI. //
Trad.: A Dio ottimo massimo. Questa chiesa dedicata a san Martino vescovo, costruita dalle fondamenta con denaro raccolto nel 1764 – colpita dal terremoto nell’anno 1928 è stata restituita al culto nell’anno 1931.
Bib.: 

Note: Il terremoto causò il crollo della facciata del Duomo (nell’immagine l’edificio prima del terremoto del 1928 e oggi).Tolmezzo_prima e dopo

Fotografia archivio degli autori.

Livorno (LI) – Chiesa di San Sebastiano

SanSebastiano Livorno Livorno (LI) – Chiesa di San Sebastiano
Commemorazione di restauro.
 Terremoto/i di riferimento: 3 aprile 1814
 Testo: Aedes depulsa pestilitate / Sebastiano mart.[iri] sancto opifero / dedicata an.[no] MDCXXXIII / vetustate et motu terrae dilapsa / instaurata est an.[no] MDCCCLXXX. //
 Traduzione:  Questa chiesa, dedicata nell’anno del Signore 1633 al santo martire Sebastiano che aveva soccorrevolmente respinto la pestilenza, resa fatiscente dal tempo e dal terremoto, è stata restaurata nell’anno 1880.
 Bib.: G. Piombanti, Guida storica e artistica della città e dei contorni di Livorno, ivi 1873.

Schermata 2016-08-09 a 9.40.32 AM

 

 

 

Nota: Nel 1873 (quando fu pubblicata la Guida del Piombanti) la lapide indicava come data di restauro della chiesa l’anno 1820 (v. immagine). Oggi invece vi si legge la data 1880. Può darsi che la lapide sia stata “corretta” in seguito a un altro restauro eseguito nel 1879 (cfr. il sito web della Comunità Barnabita di Livorno).