Tresilico (RC) – chiesa parrocchiale (non più esistente)

Tresilico (frazione di Oppido Mamertina, RC) – chiesa parrocchiale (non più esistente)
Commemorazione di ricostruzione 
Terremoto/i di riferimento: 5 febbraio 1783
Testo: Templum hoc /motibus terræ solo æquatum / nonis Februariis anni 1783 / ill[ustrissi]mus et reve[rendissi]mus dominus / d[ominus] Alexander Thomassinus / meritissimus Oppiden[sis] ep[iscop]us / reædificari jussit MDCCXCVII / curante Dom[ini]co Schiava archip[resbyte]ro. //
Traduzione: L’illustrissimo e reverendissimo signore Don Alessandro Tommasini, degnissimo vescovo di Oppido, ha dato ordine di ricostruire nel 1797 questa chiesa, che era stata rasa al suolo dai terremoti il 5 febbraio 1783, a cura dell’arciprete Domenico Schiava.

Bib.: CEI, (2018). Le chiese delle diocesi italianeUfficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto e Servizio Informatico della Conferenza Episcopale Italiana.
Lapide documentaria del vescovo Alessandro Tommasini, Museo diocesano di Oppido-Palmi.
Locati M., Camassi R., Rovida A., Ercolani E., Bernardini F., Castelli V., Caracciolo C.H., Tertulliani A., Rossi A., Azzaro R., D’Amico S., Conte S., Rocchetti E., (2016). DBMI15, the 2015 version of the Italian Macroseismic Database. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Note: Traduzione dei curatori.
Il Database macrosismico italiano 2015 assegna a Tresilico, in occasione del terremoto del 5 febbraio 1783, un’intensità pari al grado XI MCS.
La chiesa parrocchiale ricostruita dal vescovo Tommasini non esiste più: fu distrutta dal terremoto del 28 dicembre 1908 e sostituita da una nuova chiesa edificata nel secondo ventennio del Novecento.
 La lapide è oggi conservata presso il Museo diocesano di Oppido-Palmi,
Ringraziamo l’Ing. Paolo Martino, direttore del Museo diocesano di Oppido e Palmi, per averci consentito di riprodurre l’immagine.

 

 

 

Annunci